Registrati o esegui l'accesso e promuovi la tua azienda!
   

5 febbraio 2016

webnet > Notizie > Motori elettrici: come scegliere il produttore giusto


Se il tuo hobby personale o la tua professione hanno a che vedere con il settore dei gruppi elettrogeni, avrai chiaro senza ombra di dubbio l'importanza della serietà e dell'affidabilità garantite dai produttori di motori elettrici.
Quello dei generatori elettrici è un campo estremamente vasto quanto specialistico. Per avere un'idea dell'estensione di questo particolare settore, è sufficiente pensare al numero di applicazioni ed ai tipi diversi di motori che possono essere alla base del funzionamento dei generatori di corrente.

Motori a diesel o a benzina ad esempio possono essere utilizzati per garantire l'alimentazione di generatori per applicazioni professionali, industriali o semplicemente di tipo hobbistico.
In questi casi spetta naturalmente ai produttori di motori elettrici la verifica del rispetto di tutte le norme di sicurezza, per garantire la messa sul mercato di prodotti dalle prestazioni elevate, anche con il trascorrere del tempo.

Nel garantire la protezione della corrente elettrica, un ruolo fondamentale viene svolto dai sistemi di controllo e dai quadri di telecomunicazione. Innumerevoli sono le tipologie di quadri realizzati per la protezione e il controllo dei motori elettrici. A seconda delle tue particolari esigenze, infatti, puoi contare su quadri elettromeccanici per motori

  • stella-triangolo,
  • soft-start,
  • con avviamento diretto
  • o inverter di frequenza.

Motori e gruppi elettrogeni: come fare la scelta giusta

Prima di scegliere il gruppo elettrogeno di cui hai bisogno è opportuno fare un passo indietro e comprendere quali sono le caratteristiche principali delle varie tipologie di prodotto presenti in circolazione. Il tipo di utilizzo a cui è tua intenzione destinare il generatore di corrente è di sicuro il fattore discriminante di maggiore importanza da tenere in considerazione nel corso della scelta definitiva.
Se si tratta, infatti, di un'applicazione di tipo hobbistico, un semplice gruppo elettrogeno portatile dovrebbe essere sufficiente a garantirti tutta la potenza di cui hai bisogno, insieme all'affidabilità dei singoli componenti.
Può trattarsi in questo caso di un gruppo elettrogeno a cardano, dotato

  • di un alternatore che può essere a 2 o a 4 poli,
  • di un amperometro
  • e di un frequenzimetro.

Diverso invece è il caso in cui l'utilizzo che hai in mente per il generatore di corrente ha maggiormente a che fare con il settore industriale o professionale. Per ottenere prestazioni di un certo livello in questo caso sarà necessario, infatti, ricorrere a gruppi elettrogeni con potenza superiore, compresa tra i valori di 10 e 500 KVA ed in grado di raggiungere i 1500 giri al minuto.





Torna alla lista delle news